BINF Fashion Show // Scoprendo i designer emergenti alla Milano Fashion Week

21:06



🇮🇹Durante la settimana della Milano Fashion Week ho avuto il piacere di assistere alla sfilata di sei designer emergenti, dallo stile molto diverso ma con proposte tutte super interessanti. Vediamo insieme queste collezioni di scarpe, abiti sportivi, vestiti eleganti, tessuti ricercati e accessori unici. Ecco a voi il BINF Fashion Show del 23 settembre 2018, presso il Nyx Hotel.

🇬🇧During Milan Fashion Week I gladly attended a special fashion show involving six emergent designers, six different attitudes but all very interesting proposals. Let's re-watch together these collections made of shoes, sporty clothes, elegant dresses, luxury textiles, unique accessories. Here BINF Runway from 23rd September 2018, at Nyx Hotel.



🇮🇹Cludia Bruschini, Veronicka, eVaM, Paolo Venier, Ludovica MissoHaif Anggy sono i nomi degli stilisti emergenti che hanno portato le loro collezioni presso il Nyx Hotel di Milano, albergo di design vicino alla Stazione Centrale, in occasione della Milano Fashion Week.
In chiusura della settimana della moda milanese, il 23 settembre 2018, tutti hanno presentato proposte dall'anima differente all'evento "Business in Fashion". Vediamo insieme in dettaglio tessuti, ispirazioni, storia dei fashion designer per la loro Primavera/Estate 2019 (che ho avuto il piacere di vedere da vicino già nel backstage).

🇬🇧Cludia Bruschini, Veronicka, eVaM, Paolo Venier, Ludovica MissoHaif Anggy are the names of the emerging designer who brought their collection to Nyx Hotel in Milan, a design hotel near the Central Station, for last Milan Fashion Week.
At the end of the iconic fashion week, on 23rd September 2018, each of them has proposed collections with different inspirations for the "Business in Fashion" event. Let's see together the details, the textiles, the history behind all these fashion designers for their Spring/Summer 2019 (which I had the pleasure to see closer already in the backstage).





PAOLO VENIER 

🇮🇹Giovane brand italiano di streetwear che nasce nel 2016 grazie ad un ragazzo abruzzese, incentrato inizialmente sulle t-shirt. La lavorazione avviene con tessuti 100% organici, serigrafie su cotone (jersey e felpa). Questa collezione nasce con una prospettiva sui trend delle grandi metropoli ma volendo anche uscire dagli schemi, giocando sul tema delle personale ricerca della propria identità.
Devo dire che ho apprezzato molto lo stile ben definito, urbano ma facilmente abbinabile anche ad accessori più eleganti.

🇬🇧A young Italian streetwear brand born in 2016 thanks to a guy from Abruzzo, first focused on t-shirts. The craft takes place with 100% organic fabrics, silk-screen printing on cotton (jersey and fleece). This collection was born with a perspective on the trends of big cities but also thinking outside the box, playing on the theme of personal research towards our identity.
I've honestly appreciated the well-defined style, urban but easily matchable with more elegant accessories.

LUDOVICA MISSO


🇮🇹Designer romana, formata allo IED di Roma e poi lanciata a Londra poi in giro per l'Italia concentrandosi sull'alta sartoria, sulla modellistica e il ricamo. Una passione legata al proprio sangue, trasmessa dalla bisononna, proprietaria di un Aterlier a Tripoli (Libia) presso la corte di Italo Balbo; e che poi si sviluppa con i viaggi, in particolare a Marrakesh.
Ciò traspare sicuramente dalla scelta di stampe, texture e colori. 
L'uso dell'artigianalità per vestire una donna sensuale, femminile, sognatrice ma che sa giocare con forme tradizionalmente maschili, tirando fuori un'anima decisa e orgogliosa, che applica a tagli netti tessuti invece morbidi. Ci è stato regalato un foulard/cravattina di seta e devo dire che è di un gusto unico. Materiale e stampa ad alti livelli.


🇬🇧Roman designer, graduated at the IED in Rome and then intern in London then around Italy focusing on high tailoring, modeling and embroidery. A passion linked to her own blood, transmitted by her great-grandmother , owner of an Aterlier in Tripoli (Libya) at the court of Italo Balbo; and then developed traveling, particularly in Marrakech. This is clear focusing on her choice of prints, textures and colors.
A craftsmanship vision aimed to dress a sensual and feminine woman, a dreamer who knows how to play with traditionally menswear shapes, showing a strong and proud soul, which applies to soft but soft cuts. We were given a silk scarf / tie and I must say that it has unique taste. Material and printing are at high levels.

EVA M 

🇮🇹Il nome del brand fa riferimento alla prima donna, Eva, evocando una bellezza innata assieme all'unicità. Ciò si unisce, in questa collezione, all'ispirazione data dai movimenti per la danza. I tessuti, seta e cotone, sono scelti in colorazioni naturali: cipria, bianco, écru abbinati a verde e ottanio. Tutto impreziosito dai dettagli, ricami in tulle e fiori di georgette che creano punti luce ricercati. Lo scopo è ricercare una certa raffinatezza senza doversi omologare. Un'impressione che mi è molto arrivata negli abbinamenti dei vari outfit.

🇬🇧The brand's name refers to the first woman, Eva, reminding to the concepts of innate beauty and uniqueness. In this collection this is connected with the inspiration given by dance movements. The fabrics, silk and cotton, are chosen in natural colors: powder, white, écru combined with green and petrol blue. All embellished with special details, embroidery in tulle and georgette flowers that create refined light points.
The aim is reaching elegance avoiding homologation. It's been clear to me thanks to the combinations of the pieces of every outfit.

CLAUDIA BRUSCHINI COUTURE 

🇮🇹Questo brand nasce da una ragazza intraprendente e cresciuta nello stesso mondo della moda. Avendo fatto tesoro degli insegnamenti di famiglia, decide di creare una collezione di scarpe che è il risultato di un ambiente di studi internazionale, tra Europa e Stati Uniti, tra istituti di Moda e di Spettacolo. 
Si vede nei modelli di scarpe proposte, tutte molto eleganti, una ricerca molto glam

🇬🇧This brand was born from an enterprising girl who grew up in the same fashion world. Learned from family teachings, she decided to think of a shoes collection which is the result of international studies, between Europe and the United States, between Fashion and Art Institutes.
It's clear in the shoes of the collection, all very refined and elegant, with a glam attitude.

VERONICKA

🇮🇹Una delle ispirazioni che più mi ha colpita per questa designer, che per la sua collezione guarda opere di Yayoi Kusama come “Pumpkin (1999) e “Cosmic Space HPPX” (2010), affiancate al al surrealismo di Joan Mirò e alle visioni di Federico Herrero, creando un mondo immaginario un po' naif e un po' unico. Elemento predominante sono le forme geometriche: cerchi, rettangoli, quadrati e triangoli (e non vedo l'ora di indossare l'accessorio per scarpe regalato alla fine della sfilata). Quindi forme angolate unite a materiali morbidi, di colori accesi (tutto made in Italy, anche gli accessori artigianali. Devo dire che mi sarebbe piaciuto anche assistere alla sua sfilata del 2012 per Fashion at IUAV, peccato che io sia arrivata a Venezia nella stessa università l'anno successivo. In questo caso la collezione era “SNAKE”, basata sulla scomposizione del concetto di borsa e dal suo successivo riassemblaggio tramite il velcro. Già non vedo l'ora di vedere le prossime proposte, sinceramente!

🇬🇧One of the inspirations that impressed me more is recalled by this designer, who for his collection looks works by Yayoi Kusama as "Pumpkin" (1999) and "Cosmic Space HPPX"(2010), alongside Joan Mirò's surrealism and Federico Herrero's visions, creating an imaginary world a little naive and a bit unique. Predominant elements are the geometric shapes: circles, rectangles, squares and triangles (and I cannot wait to wear the shoe accessory given at the end of the show). So, angled forms combined with soft materials and bright colors (all made in Italy, even the craft accessories). I must say that I would also like to attend his 2012 fashion show for Fashion at IUAV, unfortunate that I arrived in Venice at the same university the following year. In this case the collection was "SNAKE", based on the decomposition of the bag concept and its subsequent reassembly using velcro. Already looking forward to seeing the next proposals! 

HAIF ANGGY 

🇮🇹Con lui la sfilata si conclude col botto: teatralità ed eleganza, tradizione e contemporaneità. La collezione "RED CIRCLE" colpisce per la cura del dettaglio, in particolare per quanto riguarda le vistose collane, vere opere d'arte
Evidenti le fusioni culturali, la ricerca di un "lusso ancestrale" tramite simboli di gioia e sole, colori sgargianti, abiti dal taglio contemporaneo. Anche l'uso dei materiali è davvero vario:  cotone, seta, lana, cashmere, pelle, corteccia, rafia, liane sono solo alcuni. Tutto però in ottica  eco-responsabile ed ecologica. I vestiti sono di tutte le lunghezze e per tutti i tipi di donne, esaltando diverse tipologie di incarnato. Non penso ci potesse essere finale migliore. Già dal backstage mi ero innamorata delle collana e dagli accessori, che guardavo con occhi a cuoricino. 

🇬🇧Thanks to him, the show ends with a bang: theatricality and elegance, tradition and modernity. The "RED CIRCLE" collection impresses with its attention to details, especially with regard to the striking necklaces, true works of art.
Cultural fusions are evident, as the research towards an "ancestral luxury" through symbols of joy and sun, bright colors, contemporary cut dresses. Even the use of materials is really varied: cotton, silk, wool, cashmere, leather, bark, raffia, lianas are just a few. All, however, in an eco-responsible and ecological perspective. The clothes are of all lengths and for all kinds of women, enhancing different skin tones. I think there couldn't be a better ending.
Already from the backstage I had fallen in love with these necklaces and accessories, which I looked at with sparkles in my eyes.


 


🇮🇹Ah, ovviamente vi lascio anche il mio outfit della serata, che si è conclusa con un ricco buffet.
Fatemi sapere quali di queste collezioni rientra più nel vostro stile, cosa avete apprezzato e cosa invece non è tanto nelle vostre corde!

🇬🇧Ah, I obviously attach you also my outfit for the event, which ended with a fab buffet.
Let me know which collection you enjoyed more, according to your style, what is a top and what a flop for you!
 



You Might Also Like

29 commenti

  1. Tra tutti gli stili visti, ho apprezzato solo il tuo vestito ahahahah
    Io non ci riesco, per me questo tipo di moda è immettibile e spesso, anche inguardabile :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sono sei "tipi di moda" molto diversi! Si va dallo sportivo al teatrale, quindi ho apprezzato la sfilata proprio perché spaziava tra stili molto diversi tra loro.
      Indosserei molti dei capi presentati, alcuni per il giorno e altri per la sera o per occasioni più eleganti - ma io sono parecchio estrosa e versatile 😉
      Comunque il gusto è assolutamente legittimo, se consideri quello che piace indossare a te.

      Mi fa piacere che almeno ti sia piaciuto il mio abito, eheh!
      Un saluto

      Elimina
  2. Tutti gli artisti emergenti "sparano" le migliori cartucce e qui a mio modo di vedere ce se sono di interessanti perchè si spazia in ogni grado della moda: da quello giovanile a quello pià ricercato. E in effetti scegliere diventa un problema. Peccato che poi difficilmente quello che si vede nelle sfilate di moda difficilmente lo troviamo in strada ogni giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, si spazia molto e ci sono proposte per tutti i gusti!
      Diciamo che da certe sfilate si può estrapolare l'accessorio o il capo che colpisce per poi portarlo tutti i giorni.
      Poi dipende anche un po' dall'ambiente che si frequenta e dal "livello" della sfilata: qui a Milano si assiste quotidianamente uno spettro abbastanza ampio ed interessante di stili! ☺️

      Elimina
  3. What a wonderful experience! These designs look fantastic.
    the-creationofbeauty.blogspot.com

    RispondiElimina
  4. Per un gusto puramente personale preferisco quelli dal taglio più "semplice", tipo gli abiti aderenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora EvaM è quella che secondo me valorizza di più le forme con tagli aderenti! 😌

      Elimina
  5. Non ho mai amato le sfilate di moda perché penso che tutti i capi che si vedono li oltre che in qualche foto di modelle famose non li vedo più ne in giro ne da nessun altra parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sfilate non sono solo di grandi marchi o di haute couture, ci sono anche quelle di presentazione della nuova collezione venduta da un particolare negozio, o come in questo caso di stilisti emergenti 😉
      Infatti questa sfilata mi è piaciuta proprio perché ci sono capi molto portabili!

      Elimina
  6. Non parlerei di uno stilista, ma piuttosto di abiti. Ho puntato più sugli abiti che mi piacevano piuttosto che su un'intera collezione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere che abbia apprezzato vari abiti da diverse collezioni! 💪🏼

      Elimina
  7. preferisco i capi semplici, la moda sulle copertine è bella ma per me lontano dalla realtà della gran parte di noi. Ottimo articolo però!

    RispondiElimina
  8. Bell'articolo molto carine le creazioni di questi designer, però io sono per i stili più classici.

    RispondiElimina
  9. Bellissima l'idea della scomposizione della borsa con il riassemblaggio tramite il velcro, finalmente un'idea originale in un ambiente in cui troppo spesso si "ripesca" solamente dal passato!

    RispondiElimina
  10. e' sempre interessante conoscere artisti e stilisti emergenti è il bello dei fashion show

    RispondiElimina
  11. Ci sono stili incredibilmente diversi tra loro. La bellezza di queste sfilate è proprio l'innovazione che scorre davanti ai propri occhi. Non sono mai stata alla fashion week di Milano ma anni fa mi trovai a NY per caso nella settimana della moda. Una mia cara amica all'epoca lavorava per Nanette Lepore e ci invitò alla sfilata. Fu davvero incredibile, uno spettacolo unico. Certo, tre quarti degli abiti non avrei mai avuto il coraggio di indossarli, ma la moda non è forse anche questo, espressione artistica e di pensiero?

    RispondiElimina
  12. Posto che sono tutti bravissimi, poi diventa una questione di gusto personale e io ho apprezzato la "teatralità ed eleganza" di HAIF ANGGY. Nel video ho visto molti abiti che mi sono piaciuti.

    RispondiElimina
  13. Adoro lo stile di Paolo Venier, mio conterraneo! Resto dell'idea che spesso gli emergenti riescano a stupire molto di più dei veterani!

    RispondiElimina
  14. Bellissimo il tuo outfit della serata! il vestito mi piace davvero molto... le scarpe molto particolari! Tra le altre proposte mi è piaciuta Claudia Bruschini Couture, anche per la sua storia di ragazza così giovane e intraprendente..

    RispondiElimina
  15. sono sempre molto curiosa quando vedo che ci sono sfilate di stilisti emergenti, ho guardato il video e ognuno di loro ha proposto pezzi molto interessanti

    RispondiElimina
  16. Anche io adoro gli abiti più semplici, alcuni sono davvero esagerati...... Forse la collezione di Ludovica Misso è quella che mi è piaciuta di più

    RispondiElimina
  17. Mi piacciono le sfilate anche se non indosserei mai i vestiti che indossano le modelle 😂 Molto interessante la proposta di Eva M. ❤️

    RispondiElimina
  18. Complimenti .. mi sarebbe piaciuto esserci ma per quest'anno niente da fare purtroppo.
    Paolo Venier con le sue linee mi ispira parecchio. Rispecchia il mio stile e modo di essere, sportivo ma di tendenza, diventa molto trendy se poi abbini accessori eleganti all'outfit. Concordi con me?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo: anche io amo il contrasto tra sportivo ed elegante, si potrebbe pensare ad una serie di abbinamenti davvero molto interessanti!

      Elimina
  19. Tanti tipi di mode differenti, alcune davvero stravaganti. Complimenti per il tuo articolo

    RispondiElimina
  20. io amo la sobrietà e l'eleganza...cose troppo appariscenti purtroppo non fanno per me. un bel tailleur con pantalone nero valorizza sempre molto

    RispondiElimina
  21. Se devo essere sincera non sono riuscita ad individuare quello che mi piace di più. Hanno tutti uno stile che vedo bene addosso a delle ragazze alte e magrissime e io non sono così. Purtroppo ogni volta che assisto ad una sfilata cerco sempre di immaginarmi con addosso gli stessi outfit che sfilano e... devo fare i conti con la gambetta corta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io faccio i conti con le mie gambe decisamente corte, ma indosserei molti di questi capi! Possono essere tranquillamente abbinati, a mio parere, in modo da valorizzare anche noi ragazze non particolarmente alte. ☺️

      Elimina
  22. Grazie per questo post, davvero ben fatto.
    Mi sono unita ai lettori fissi se ti va di ricambiare ecco il mio blog:
    http://inecommercialeout.blogspot.co.uk

    RispondiElimina

I really appreciate every comment and I will be glad to visit your blogs! ;)

Labels

500px 72D Abercrombie and Fitch Abruzzese Adidas Ads Airwalk Akkesoir Alberta Ferretti Alcott Alexander Wang Allende AngelDevil Anna Dello Russo Apepazza Apple Apricot Armando Tanzini Art art exhibition Artesina Asics Ask Asos Athletes World Awards Aztec BaBassu Baci e Abbracci bags Banner Bata Beach Belstaff Benetton Bershka BestWestern Bijoux Brigitte Bikini birthday black BloggerItalia Blugirl Blumarine Borgo Senese Boxeur des Rues Braccialini Brandy and Melville Brioni Brosway Bru Mode Bryanboy Bull Boxer Burberry Bvlgari Byblos Cache Cache Calvin Klein Calzedonia Cardigan Carnival Carpisa Carrera Cartier Casadei Cavalli Soul Celine Celyn B Chanel Chiara Biasi Chiara Ferragni Chicnova Chloé Chocola' Church Cinti Claire's ClothingLoves Coca-Cola Colmar Colors and beauty Cont of Florence ConTe Contest Converse cravatta cravatta da donna cravatta online cravatta slim cravatta sottile cravatta uomo cravatte uomo D-I-Y Datch Dellera Denim Denny Rose Details Dimensione Danza Dior Disney Disneyland DIY Dolce e Gabbana Dolcenera dress Dressale DressLily Drive By eFoxCity Eleven Elisabetta Franchi Emilio Pucci Enzo Miccio Ermanno Scervino Esologue esprit Essenza Etro fashion Fashion Bridge fashion designers Fashion Elle Fashion shows fashion week Fendi Finale Ligure Firmoo Fix Design Flickr flowers Fornarina Frankie Morello Fred Perry Furla Garnier Gauguin Gianni Rossi gift Giveaway Givenchy Glasses Green Gucci Guess Guru Halloween Handmade Hard Rock Harrods Hats Helmut Lang HFN Hip Hop HM Hogan Holiday Hollister Hollywood Milano Hopper Hyki Iaia De Rose ICE Iceberg Iconemesis Il Mio Fornitore inspiration instagram Interview JawelryCoco Jeffrey Campbell Jennyfer JolieMoi Kandinskij Kappa Karate Kathy Kenzo Kiko Killah Kookai Koss Krizia L'angolo del Cernit Lacoste Lady Gaga leather Lebole leggins Levi's Limone Piemonte Lindt lingerie Liu Jo Louis Vuitton Lynwood M8 macbook make-up Mara Hoffman Marangoni Marc by Marc Jacobs Marc Jacobs Mat2020 Mauro Giuli Max Mara MaxCo Me Meltin' Pot Mentone Merc mfw Michael Kors Milan Milan Fashion Look Miss Sixty Missi Missoni Miu Miu MOBI ModCloth Modo Moncler Monet Moschino Motivi MsDressy Murano music MusicArtTeam Nails Nannini Napapijri NERD New Look NewYorker Nike Nina Garcia NO BRAND Nuna Lie o-blio Oasap Only One Otre Oviesse Pandora paris Passigatti people PersunMall Philip Treacy Photography PhotosByMe Piazza Italia Piero Guidi Pimkie Pinko Pittarello Playboy Polo Polyvore Pompea Positano Prada Presentation press Prima Ele prima riga Primadonna Prints prodotti per capelli Promod Puella Pupa Quechua Ralph Lauren Ray-Ban Reebok Refrigue Replay Results Rinascimento Roberto Cavalli Roccobarocco Rock'n'doll RosaShock RosebyMary Rossella Carrara Roy Rogers Royal Family SammyDress Sandy Lane Sanremo Santoni Sarah Jessica Parker scegli-e-compra sconti sea Self-portrait SG Shatush sheer leggins Sheinside shoes Shopping Shopping online Silvian Heach Simonetta Ravizza Sisley Situazioni ski Skullcandy Slam SM song Sonia by Sonia Rykel Spain St. Diego Stefanel Stradivarius stripes Studios suggestions Swaroski Swatch Swimsuits T-shirt Bokaap Tally Wejil Techno Terranova tezenis That Old Tend The Race Thun Timberland Tod's Tokidoki Tommy Hilfiger Topshop Tore Train Travel diary Treviso Trip Triumph Trussardi Tumblr Turner Twin Set Valentine's Day Valentino Vang Gogh Vans Venice Vero Moda Versace VFNO Victoria Beckham Victoria's Secret Villa Grock vintage Vintage jeans Blasting vintage shops Vogue Volkl WhatYouLove White Willwoosh Win Wpm Writing Wycon XOXO Yamamay Youtube Yves Saint Laurent Zalando Zara zara women Zuiki